Fidel Castro: Concetto di Rivoluzione

Revolución
Es sentido del momento histórico;
es cambiar todo lo que debe ser cambiado;
es igualdad y libertad plenas;
es ser tratado y tratar a los demás como seres humanos;
es emanciparnos por nosotros mismos y con nuestros propios esfuerzos;
es desafiar poderosas fuerzas dominantes dentro y fuera del ámbito social y nacional;
es defender valores en los que se cree al precio de cualquier sacrificio;
es modestia, desinterés, altruismo, solidaridad y heroísmo;
es luchar con audacia, inteligencia y realismo;
es no mentir jamás ni violar principios éticos;
es convicción profunda de que no existe fuerza en el mundo capaz de aplastar la fuerza de la verdad y las ideas.
Revolución es unidad, es independencia, es luchar por nuestros sueños de justicia para Cuba y para el mundo, que es la base de nuestro patriotismo, nuestro socialismo y nuestro internacionalismo.

Fidel Castro Ruz (1ro de mayo del 2000)

24.5.06

Difendiamoci dai nemici. Costi quel che costa


Oggi la Tv ci informa che ieri sera due caccia militari si sono scontrati in aria sopra i cieli della Sardegna dove partecipavano ad un'esercitazione internazionale. I due piloti si sono salvati grazie al sistema automatico di espulsione dei seggiolini, sono finiti in mare e prontamente soccorsi sono stati tratti in salvo. Stanno bene, e questa è sicuramente una buona notizia. La cattiva notizia è che nessuno dei nostri "liberi mezzi di informazione" sembra essersi chiesto il motivo di queste esercitazioni, quanto costano aerei, piloti e tutto quanto ne consegue. E nessuna sembra ricordarsi che pochi anni fa, durante un'altra esercitazione, un aereo militare cadde su una scuola a Casalecchio di Reno compiendo una strage. A me, che dopo quarantadue anni di duro lavoro, mi accingo ad andare in pensione con un assegno mensile che mi è stato riferito si aggirerà intorno ai 600 € mensili, mi girano i cosiddetti.... Da sette anni assisto a riforme pensionistiche che mi negano la pensione perchè lo Stato non ha soldi, come se la pensione fossero soldi dello Stato e non quelli che io, volenti o nolenti, ho dovuto versare per "una vecchiaia serena". Se non fossi stato costretto a versare i contributi con quei soldi avrei comprato decine di appartamenti che mi permetterebbero sicuramente una vecchiaia più serena! Invece i miei soldi sembrano siano serviti ad altro, per esempio comprare aerei militari per giocare alla guerra. E io mi vedrò costretto a vendere l'auto, a tagliare la luce, l'acqua, il gas e a mangiare a giorni alterni. Oppure continuare a lavorare fino all'ultimo dei miei giorni!
E loro giocano alla guerra con aerei che costano cifre esorbitanti! Devono esercitarsi per difenderci dai Paesi canaglia che ci minacciano. Hanno già sistemato il pericoloso Vietnam, la Jugoslavia, l'Afganistan e ora stanno preventivamente democratizzando l'Irak. L'America Latina e Centrale l'hanno messa in condizioni di non nuocere con l'aiuto dei generali golpisti, ma devono continuare ad esercitarsi perchè i pericoli non sono ancora finiti. Ci sono la Corea del Nord e l'Iran che potrebbero invaderci da un giorno all'altro. Poi c'è Cuba che minaccia di distruggere la nostra civiltà. In quel Paese governato da uno spietato dittatore i nostri capitalisti non possono comperare nemmeno un metro quadrato di terreno, ne costruire grattaceli o ville, e nemmeno scuole od ospedali privati perchè quel sanguinario di Fidel Castro dice che Cuba è dei cubani e tutte queste cose vengono garantite dallo Stato!!! Figurarsi se li lascia acquistare televisioni e giornali per diffondere le idee democratiche.... Almeno si limitasse alla sua piccola isola! sarebbe comunque un cattivo esempio però pur sempre limitato ad un'isoletta del Caribe. No! dopo il fallimento di esportare il comunismo con la guerriglia quel criminale ha escogitato una nuova tattica: sta mandando medici, insegnanti e tecnici in giro nei Paesi poveri a curare e insegnare a leggere ai poveri che non possono pagarsi le cure e la scuola. E ci sono già cascati il Venezuela e la Bolivia che sembravano sotto controllo. E sembra che altri Paesi dell'America Latina stiano per diventare vittime di questo criminale individuo.
Bisogna intervenire al più presto, i nemici dell'occidente democratico non scherzano! Le esecitazioni non si devono interrompere nemmeno un minuto, serve rimpiazzare immediatamente i due aerei militari. Anzi è meglio prenderne qualcuno in più, non si sa mai che succedano altri incidenti e potremmo non trovarci pronti proprio il giorno che i cubani ci attaccano.... Questi aerei sono molto costosi ma se allunghiamo di qualche anno l'età pensionabile, abbassiamo ancora un po' l'importo delle pensioni erogate, i salari dei lavoratori e tagliamo ulteriormente i servizi sociali, ce la potremmo fare! Ovviamente non dobbiamo toccare i redditi alti altrimenti i nostri imprenditori porterebbero i capitali all'estero e sarebbe un vero disastro. Speriamo che il nuovo Governo non faccia cazzate! Ma da questo punto di vista dovremmo stare tranquilli perchè anche se ci sono alcuni ministri comunisti in realtà sono già stati al Governo dal '96 al 2001 e hanno dimostrato assoluta fedeltà alle strategie dell'occidente democratico. Poi Ministro della Difesa è stato nominato Parisi, una garanzia.... La lotta contro il male non subirà nessun sconvolgimento. Possiamo stare tutti tranquilli.

4 commenti:

gc ha detto...

E' proprio vero Elio, bisogna salvare il mondo da Fidel...

mi spiace per la tua pensione.

Annalisa Melandri ha detto...

Ciao, io ci metterei anche Gheddafi, non si sa mai con quello lì.
Con simapatia
Annalisa Melandri

Eliolibre ha detto...

Grazie Annalisa per aver rimediato alla mia dimenticanza. Seguo con interesse i tuoi interventi, sempre condivisibili, sull'interessantissimo blog dell'ottimo Gennaro Carotenuto. Ricambio la simpatia.

Carlo ha detto...

Si ... possiamo stare tranquilli!