Fidel Castro: Concetto di Rivoluzione

Revolución
Es sentido del momento histórico;
es cambiar todo lo que debe ser cambiado;
es igualdad y libertad plenas;
es ser tratado y tratar a los demás como seres humanos;
es emanciparnos por nosotros mismos y con nuestros propios esfuerzos;
es desafiar poderosas fuerzas dominantes dentro y fuera del ámbito social y nacional;
es defender valores en los que se cree al precio de cualquier sacrificio;
es modestia, desinterés, altruismo, solidaridad y heroísmo;
es luchar con audacia, inteligencia y realismo;
es no mentir jamás ni violar principios éticos;
es convicción profunda de que no existe fuerza en el mundo capaz de aplastar la fuerza de la verdad y las ideas.
Revolución es unidad, es independencia, es luchar por nuestros sueños de justicia para Cuba y para el mundo, que es la base de nuestro patriotismo, nuestro socialismo y nuestro internacionalismo.

Fidel Castro Ruz (1ro de mayo del 2000)

22.4.07

Bandiera Rossa la sparirà, Ciao bella....

Finalmente è arrivato il Partito Democratico. Il popolo italiano ne sentiva la mancanza! Ne sentiva la mancanza? Ne siamo sicuri? Non è che ci manchino cose più importanti?
Ho seguito il Congresso dei DS, il quarto e l'ultimo. Ma quanto è durato 'sto partito! Era ora di chiuderlo.
Hanno cominciato nel 1989 a dire che serviva un partito leggero, senza più sezioni, senza militanti che distribuiscono l'Unità alla domenica, senza nemmeno i giornali, e senza più Italia Radio. I militanti, i giornali, le radio e le sezioni costano, e sopratutto non servono. I Democratici americani mica c’hanno tutte ‘ste cose, e spesso vincono le elezioni. A noi, con tutto questo, cinquant'anni di opposizione c'è toccato. Meglio fare come gli americani! Però non hanno tenuto conto che noi non siamo l'America! Per fortuna. Se pensiamo che non abbiamo ancora avuto nemmeno una strage in un college, Terzo Mondo siamo, altro che l'America....
Hanno pianto molto ma hanno deciso di chiudere il più grande Partito Comunista d'occidente. Anziché liberarsi di qualche disonesto che approfittava della situazione favorevole per risolvere i propri problemi personali piuttosto di quelli dei lavoratori, si sono liberati dei lavoratori!
Mentre la sinistra smobilitava e il pentapartito andava in prigione, anzi no, le prigioni mica le hanno fatte per i grandi ladroni le prigioni sono per il popolo quando si lamenta troppo, mentre la sinistra smobilitava, la destra si organizzava. E' arrivato Berlusconi con giornali, radio, televisioni e chi più ne ha più ne metta. La Lega ha parlato, in dialetto, a quelli a cui non parlavano più i comunisti. Il Cavaliere ha mandato qualche giorno i fascisti a Fiuggi a bere l'acqua e li ha fatti diventare democratici, ora infatti ce li troviamo tutti i giorni su tutte le reti a spiegarci che cos'è la democrazia.... E tutti insieme, sotto la giuda del Duce di Arcore, hanno vinto le elezioni.
Nel frattempo gli ormai ex comunisti, hanno cambiato di nuovo il partito, tra le lacrime ovviamente. Un partito ancora più snello, senza più simboli comunisti, e con sempre meno voti. Però hanno giocato la carta vincente, si sono alleati agli ex nemici democristiani ed hanno candidato uno di loro alle successive elezioni. E le hanno vinte. Ma hanno governato talmente bene che alle elezioni successive Berlusconi, fascisti e celoduristi hanno avuto gioco facile a spiegare agli italiani che la vera destra, l'originale, erano loro e che gli altri cercavano solo di imitarli. Hanno vinto a man bassa, malgrado la sinistra fosse convinta che candidando il più bello l'avrebbe ancora spuntata. Ma Rutelli oltre ad essere bello, parlava pure. E gli italiani sono mica tutti scemi....
Dopo cinque anni in cui le destre hanno tolto tutto quello che ancora c'era da togliere, bastava fare silenzio e gli italiani avrebbero votato qualsiasi pur di liberarsi di Berlusconi & C. Ma quando i nostri sono scesi in campo sparando una cazzata dietro l'altra, facendo a gara a chi era più bravo nel promettere di fare ancora più male agli italiani, la partita si è riaperta. Ancora un giorno ed una parola di Rutelli ed avremmo riavuto Berlusconi!
La vittoria è stata così striminzita che per poter governare sono stati costretti a seguire la linea dettata dal nuovo Papa, un progressista rispetto a molti del centrosinistra, ed a sperare che ad ogni votazione Rita Levi Montalcini e gli altri centenari ce la facciano ad arrivare in Senato. Per fortuna che Bertinotti l'hanno fatto Presidente della Camera e che la "sinistra radicale" è più moderata di Tony Blair, altrimenti il Cavaliere starebbe già ricavalcando la devastata terra italica. Malgrado alcuni Ministri stiano facendo del loro meglio, la popolarità del Governo è scesa a livelli da dimissioni immediate. Servirebbe un deciso cambio di rotta, far capire agli italiani che questa prima fase è stata condizionata dai danni del precedente Governo, che ora il risanamento economico è in atto e che i prossimi anni saranno interamente dedicati a risolvere i problemi del Paese e dei suoi cittadini. Lavoro, sicuro, per tutti, rivalutazione delle pensioni e dei salari, praticamente dimezzati nel loro potere d'acquisto da chi ha cambiato un Euro per mille Lire, galere piene di grandi ladroni e non di poveri cristi, lotta all'evasione fiscale ed alla corruzione dilagante, servizi sociali efficienti e gratuiti, scuola pubblica e di qualità per i nostri giovani, soluzione del problema degli sprechi di energia e salvaguardia dell'ambiente, basta privatizzazioni dei servizi di pubblico interesse, rinazionalizzazione dell'energia elettrica, delle ferrovie, delle autostrade, dei telefoni, ecc. Basterebbe dire che l'economia neoliberale è la responsabile del disastro umanitario che sta sconvolgendo il pianeta e la nostra economia, che le destre vogliono insistere su questa strada, è ovvio è nel loro interesse, e che noi ammettiamo di avere sbagliato nel volerli imitare per essere più "moderni" ma che ora si è deciso di cambiare strada.
Invece no! Hanno pensato di fare un altro nuovo partito!!!!! Hanno pianto di nuovo ed hanno liquidato i DS!!!! C'erano ancora troppi lavoratori in quel partito che pretendevano i loro diritti. Lavoratori che non hanno ancora capito che quello non è il loro posto. Un partito moderno è fatto per fare carriera, per farsi una buona posizione, per andare in televisione tutti i giorni, disquisire con Vespa e con la Carrà sul delitto di Cogne e sulle nuove tendenze dei VIP.
Uno deve decidere, o fai il lavoratore o ti metti in politica! Per fare la prima cosa serve sopratutto un gran culo. Devi riuscire a sopravvivere con meno di 1000 Euro al mese quando l'ISTAT dice che come minimo ce ne vogliono 2000, e col cavolo che ti fanno lavorare tutti i mesi! Se poi lavori nei cantieri edili devi pure riuscire a portare a casa la pelle. Se scampi a tutte le insidie, quando raggiungerai l'età della pensione, che nel frattempo avranno portato a 99 anni, dovrai continuare a lavorare perchè la pensione non te la possono pagare. Sarebbe talmente bassa che non ti basterebbe per vivere, quindi meglio pagare quelle alte, le loro, che almeno qualcuno si salva.... Vedete che è meglio fare il politico? Quindi serve un partito di politici, solo politici, tutto il resto sarebbe un inutile orpello, per dirla con D'Alema.
Quindi hanno pianto di nuovo, hanno liquidato i DS e faranno il Partito Democratico. Cosa sarà questo nuovo partito però non ce l'hanno detto. Cominciamo a liquidare i DS che hanno ancora troppi militanti che malgrado tutto sono riusciti a farci andare al Governo, poi si vedrà. Se bisogna andare al Governo bisogna farlo senza l'aiuto dei militanti che poi vengono a romperti le balle continuamente. Meglio fare come gli americani, lì il Partito Democratico non è nemmeno un partito, nasce ogni volta che c'è l'elezione del Presidente per sparire il giorno dopo e ricomparire di nuovo quattro anni più tardi. Per congratularsi con questa scelta è venuto perfino Howard Dean, che infatti è Presidente del Partito Democratico ma non sa nemmeno lui cosa sia. E siccome nemmeno il nostro Partito Democratico nessuno sa cosa sia, tutto quadra.... Ed a congratularsi è venuto anche Rasmussen, il Presidente del Partito Socialista Europeo. Ma mentre lui si stava congratulando con i DS, Rutelli, dal palco del Congresso della Margherità, l'altra metà del cielo, o dell'inferno, diceva che mai il Partito Democratico farà parte del Partito Socialista Europeo. Si deve essere sorpreso! Avrà pensato di essere finito nel posto sbagliato....
Ad un appuntamento così importante non poteva certamente mancare lui, Silvio Berlusconi. E' entrato scortato dai portuali livornesi, mai cosa tanto ingrata è toccata loro fin dai tempi del famoso congresso di Livorno che diede vita al PCI, perchè nessuno gli facesse male. Sorpresa!!!! Non un fischio ma solo ovazioni ed applausi!!!! Ascoltata la relazione di Fassino il Cavaliere si è subito dimostrato entusiasta, ha detto di essere daccordo sul 95 % di quanto detto dal segretario della quercia, nessuno dei presenti credo abbia raggiunto quella percentuale, e che è pronto ad iscriversi al nuovo partito.... Anche quì tutto quadra!!!!
Ora i DS smobiliteranno, la bandiera rossa sparirà, non più Bella ciao ma Ciao bella..... Sembra che il nuovo partito non raccoglierà mai l'oltre 30 % dei voti che furono dell'Ulivo, ma poco più del 20 %. E come farà a governare?, si domandano in molti. Ma insieme a Berlusconi! che intanto raggiungerà da solo il 35 % e detterà la via da seguire. Poco importa se a votare ci andranno solo i politci, che nel frattempo rappresenteranno più del 50 % dell’elettorato, l'importante è che il rimanente 50 % lavori e stia zitto. Altrimenti ci sono milioni di immigrati disposti a tutto....
Rimane solo una speranza. Che molti facciano come Fabio Mussi, che si fermino quì, che non se la sentano più di andare oltre. Che quelli che si fermano siano talmente tanti da far sì che il Partito Democratico sia costretto a fare davvero bene per non essere sopraffatto da una "sinistra radicale" capace di far ricordare loro da dove vengono e dove sarebbe bene andare. Per cercare insieme, in alternativa alle destre, di cambiare davvero questo nostro sciagurato Paese. Finalmenti tutti uniti in uno o più partiti che siano veri, fatti di uomini e donne e non come quelli americani fatti di dollari rubati sfruttando i lavoratori ed i popoli dell'intero pianeta.
Auguri!
P.S. Quì sotto si può leggere il programma del Partito Democratico:
????????????????????????????????????????

9 commenti:

Cubalinda ha detto...

Purtroppo devo ammettere di essere d'accordo con te. Per fortuna che vivo sempre più tempo a Cuba che in Italia

cadutodallestelle ha detto...

Complimenti oltre a dtrovarmi completamente d'accordo con te come potrai leggere sul mio post mi hai anche fatto sorridere benche' ci sia poco da sorridere per uno che a 20 anni andava alle feste nazionali dell'unità ad ascoltare Berlinguer

luigi ha detto...

Buon 25 aprile di lotta.
Ora e sempre Resistenza.

Eliolibre ha detto...

BUON 25 APRILE A TUTTI.
HASTA LA VICTORIA SIEMPRE!

Eliolibre ha detto...

Una buona notizia: anche Angius ha deciso di fermarsi! Non entrerà nel Partito Democratico!!!!!! Il 25 aprile porta bene....

mirco ha detto...

Elio,mi spiegheresti per cortesia il senso del PD?

Eliolibre ha detto...

Mirco, mi fai una domanda a cui non è facile rispondere. Penso comunque che l'intento sia quella di creare due schieramenti alternativi che si avvicendano al governo ed all'opposizione. In poche parole eliminare le estreme, creare un ceto politico intoccabile ed immodificabile. Come nei paesi anglosassoni. Se si pensa che negli USA da decenni si sono avvicendati Bush padre, poi Clinton, poi ancora Bush figlio ed ora ci aspettanno altri due mandati di signora Clinton.... Loro ovviamente sono più avanti con la "democrazia". Ma noi li stiamo seguendo a ruota.... Ovviamente il Duce di Arcore è d'accordo. Tra un Governo e l'altro potrà prendersi delle pause giocando a cavallina e nascondino con le sue puttanelle nei parchi delle sue ville (bello il servizio mandato in onda da Striscia). Io non me ne starò a guardare tutto questo schifo, me ne andrò appena possibile a Cuba dove è più facile trovare ancora un po' di dignità umana.

Salserodialbosaggia ha detto...

Hai Elio sei caduto anche tù nel sevizio burla di "Striscia", Berlusconi non era "Berlusconi", attento sei caduto nella rete della disinformazione.......

Eliolibre ha detto...

Salsero, non so se il servizio di striscia sia una bufala o meno, sicuramente e' VEROSIMILE!!!!