Fidel Castro: Concetto di Rivoluzione

Revolución
Es sentido del momento histórico;
es cambiar todo lo que debe ser cambiado;
es igualdad y libertad plenas;
es ser tratado y tratar a los demás como seres humanos;
es emanciparnos por nosotros mismos y con nuestros propios esfuerzos;
es desafiar poderosas fuerzas dominantes dentro y fuera del ámbito social y nacional;
es defender valores en los que se cree al precio de cualquier sacrificio;
es modestia, desinterés, altruismo, solidaridad y heroísmo;
es luchar con audacia, inteligencia y realismo;
es no mentir jamás ni violar principios éticos;
es convicción profunda de que no existe fuerza en el mundo capaz de aplastar la fuerza de la verdad y las ideas.
Revolución es unidad, es independencia, es luchar por nuestros sueños de justicia para Cuba y para el mundo, que es la base de nuestro patriotismo, nuestro socialismo y nuestro internacionalismo.

Fidel Castro Ruz (1ro de mayo del 2000)

5.3.07

Luigi Tenco: Li vidi tornare


Un altro Festival di Sanremo se ne è andato. Un Festival inutile come sempre, con Pippo Baudo che vince la sfida degli ascolti e si erige a rappresentante del popolo. Continua così il declino morale ed intellettuale di questo paese che sembra proprio non voglia decidersi a cambiare strada, sembra proprio che in questa palude ci si trovi tutti bene.

Io voglio ricordare un Festiva di Sanremo di 40 anni fa quando uno di nome Luigi Tenco, forse perchè troppo avanti e troppo cosciente, ha deciso di andarsene per sempre. Lo avevano persino obbligato a cambiare il testo della sua canzone perchè secondo gli organizzatori non era adatto al publico italiano....

Li vidi tornare

Li vidi passare vicino al mio campo

ero un ragazzino stavo lì a giocare

Erano trecento erano giovani e forti

andavano al fronte col sole negli occhi

E cantavano cantavano tutti in coro

ciao amore ciao amore ciao amore ciao

Ciao amore ciao amore ciao amore ciao

ciao amore ciao amore ciao amore ciao

Avrei dato la vita per essere con loro

dicevano domani domani torneranno

Aspettai domani per giorni e per giorni

col sole nei campi e poi con la neve

Chiedevo alla gente quando torneranno

la gente piangeva senza dirmi niente

E da solo io cantavo in mezzo ai prati

ciao amore ciao amore ciao amore ciao

Ma una sera ad un tratto chiusi gli occhi e capii

e quella notte in sogno io li vidi tornare

Ciao amore ciao amore ciao amore ciao

ciao amore ciao amore ciao amore ciao

ciao amore ciao amore ciao amore ciao

13 commenti:

luigi ha detto...

Un grandissimo, troppo spesso dimenticato.

OT: spero si sia capito il senso del mio post. Non era porre un muro tra i cittadini e i rom, ma un attacco alla gestione delle emergenze nel Lazio.

Eliolibre ha detto...

Certo che ho capito il senso del tuo post, Luigi. Quello che mi ha colpito è il conformismo culturale di quasi tutti gli intervenuti. E scommetto che tutti loro hanno la casa piena di canzoni di De Andrè che su questo tema si è sprecato non poco. Purtroppo inutilmente a quanto sembra.

luigi ha detto...

Domani sera, come amministratore, parteciperò ad un incontro con i cittadini per parlare della situazione, ti lascio immaginare cosa succederà quando invece di attaccare i rhom, attaccherò la solita gestione delle emergenze. Mi criticheranno per questo, ma per me far politica significa anche cercare di far capire che "gli zingari" sono persone, concetto che credevo scontato ma che purtroppo non è tanto scontato per alcuni che cercano di cavalcare la tigre della protesta, senza pensare alle conseguenze.
Un abbraccio,
luigi

Eliolibre ha detto...

Auguri per la tua battaglia, Luigi. Alla fine le ragioni della giustizia trionferanno!!!!

Conciencia Personal ha detto...

Qué tal amigo.

Te dejo saludos. Estamos preparando la visita en México del mismo demonio(Bush) como expresara Chávez.

Un fuerte abrazo, Monique.

Eliolibre ha detto...

Mexico no quiere el demonio. Viva Mexico libre.
Hasta siempre amiga querida

Faustonet ha detto...

Bravo, ottimo ricordo :)

Eliolibre ha detto...

Grazie per la visita.
Sono passato per il tuo blog, molto interessante e vedo che abbiamo gli stessi gusti musicali. Io ho iniziato ad amare la canzone d'autore proprio con Endrigo, Tenco e De Andrè.

Gulliveriana ha detto...

Per caso ho trovato il tuo post su Luigi e lo condivido. Sono un'appassionata di Tenco e se passi da me troverai qualcosa su di lui... ti cito un mio post che potrebbe interessarti riguardo la serata del festival dedicata a lui (sigh)http://notturnosenzaluna.splinder.com/post/11204177#comment.
Un caro saluto
Gulliveriana

Gulliveriana ha detto...

Grazie a te per essere passato su Favole e realtà. Sono perfettamente d'accordo con te quando affermi che pensare che Sanremo potesse omaggiare Tenco come si meriterebbe, è alquanto velletario. Nonostante ciò, io e tante altre persone, fino all'ultimo abbiamo sperato in un omaggio degno di lui. Dopo quarant'anni era il minimo che ci potesse aspettare. Purtroppo anche questa volta si è persa un'occasione.
Mi fa piacere che organizzi ogni anno una serata in musica dove rendi omaggio a Tenco, Endrigo e De Andrè,(per caso omaggiate anche Piero Ciampi? altro grande dimenticato...). Visto che hai interessi in comune con me e altre persone, mi farebbe piacere invitarti nel forum La Verde Isola, dedicato a Luigi Tenco. Lo puoi trovare su questo indirizzo http://luigitenco60s.forumfree.net/

Un caro saluto e complimenti per il tuo blog.
Gulliveriana

Eliolibre ha detto...

Sono passato per il forum, bellissimo!!!
Piero Ciampi mi piace tantissimo, però non ho mai imparato una sua canzone, anche perchè non sono facili da trovare e non penso esistano le partiture.
Devo assolutamente rimediare!!!!!

Gulliveriana ha detto...

Grazie Elio per esserti iscritto nel forum.
Per quanto riguarda Piero Ciampi, spero riesca a rimediare prima possibile :) Intanto vai a vedere questo video http://notturnosenzaluna.splinder.com/post/11056303#comment
ciao ciao
Gulliveriana

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu